Capire una pagina Facebook: primi passi negli Insights

Pubblicato da Chiara Tozzetti | Giovedì 19 Novembre 2015 in Web Marketing con 0 commenti
Capire una pagina Facebook: primi passi negli Insights

Imparare a leggere le Insights di Facebook per utilizzare i dati su fan, post e le altre informazioni sulla tua pagina in modo proficuo

Photo Credits

Le Fanpage di Facebook raccolgono automaticamente tutta una serie di informazioni: come i fan, i post, i video ma anche report più specificatamente legati alla posizione geografica, utili, per esempio, per chi ha un’attività con un punto vendita.

Per quale motivo investire del tempo per comprendere questi dati

Perché attraverso questo strumento potremmo conoscere meglio i fan della pagina (quando sono online, quale tipo di contenuto apprezzano di più, come preferiscono contattarci…) e dare una sbirciatina anche a quello che fanno i nostri competitor.

Tutte queste informazioni ci danno maggiore consapevolezza dello stato delle cose, e possono portare a due risvolti pratici e piuttosto immediati:

  • Abbozzare un piano editoriale e iniziare a mettere insieme il materiale per creare contenuti nuovi  o rielaborati (meglio se fatto da un mix tra quelli del tipo più performante verso il nostro pubblico e quelli che siamo in grado di realizzare più facilmente);
  • Creare un pubblico di persone a cui rivolgersi, da poter utilizzare anche come base per la promozione a pagamento della pagina, in modo da dare visibilità a quei contenuti che, con fatica, abbiamo creato.
    (Sì, bisogna mettere in conto di investire del budget per la visibilità a pagamento su Facebook. È così, non c’è molto altro da aggiungere…)

 

I dati disponibili sugli Insights di Facebook 

Quindi, ci sono dei dati che ogni pagina Facebook ha a disposizione per comprendere meglio cosa sta succedendo. I dati di Insights sono visibili per chiunque gestisca qualcosa di una pagina Facebook – dall’analista all’amministratore – e sono una delle tab (voci di menu) che si trovano in alto, sopra all’immagine di profilo e alla copertina.

Dentro, al momento, ci sono dentro ben 15 sottosezioni:

  • Panoramica
  • Promozioni (a sottolineare l’importanza che ricopre questo aspetto al momento)
  • Persone che seguono la pagina
  • "Mi piace”
  • Copertura
  • Visualizzazioni di pagina
  • Anteprime della pagina
  • Azioni sulla pagina
  • Post
  • Eventi
  • Video
  • Stories
  • Persone
  • Persone in zona (la sezione, che come anticipavo, può essere interessante per chi ha un punto vendita locale o comunque una sede fisica rilevante da un punto di vista aziendale)
  • Messaggi

 

Ora, via via che sono aumentate le funzionalità a disposizione delle pagine, sono aumentate le voci di questa sezione. Ma ci sono alcune parti che ritengo restino ancora più importanti di altre, per chi si trova a fare i primi passi in questa sezione.

Non è detto, ma tendo a pensare che chi inizia, non sia moltissimo interessato a chi “ha posizionato il cursore sul nome della tua Pagina o sulla tua immagine del profilo nella sezione Notizie e in altri luoghi per ottenere maggiori informazioni senza cliccare” (Anteprime della Pagina).

Panoramica

La panoramica, invece, è un buon modo per cominciare ad approcciarsi a questo genere di dati. Di default vengono mostrati quelli relativi agli ultimi 7 giorni (escluso il giorno stesso) e riepiloga l’andamento di tutte le altre voci.
Non sono dati esaustivi, ma con qualche grafico, si ha subito una prima impressione di cosa è successo (o non successo) ultimamente.

“Mi piace” & Persone che seguono la pagina

Partiamo da capire qual è la differenza tra chi ha messo “Mi piace” alla pagina e chi la segue. Chi segue una pagina dimostra di voler vedere i contenuti pubblicati, e di default chi ha messo “Mi piace”, segue la pagina. Tuttavia, è possibile anche lasciare il mi piace alla pagina, pur smettendo di seguirla, e viceversa.
Ai fini di una pagina azienda, quindi, probabilmente è più importante chi la segue che del mi piace.

In questa sezione, si può valutare l’andamento dell’acquisizione di questi due segni di apprezzamento da parte del proprio pubblico, ma anche confrontarlo con il periodo precedente (cliccando sui link sotto la voce benchmark) o vedere da dove sono arrivati (es. suggerimenti di pagina, inserzioni etc.)

Copertura

Qui ci si può fare un’idea di quanto i nostri post vengono effettivamente visualizzate dagli utenti di Facebook, sia a livello organico che tramite le sponsorizzazioni.
Tra i dati di engagement vengono mostrate anche le azioni fatte sui contenuti (reazioni, condivisioni e altro) che chiaramente ne aumentano la visibilità anche verso utenti che non fanno parte direttamente della fanbase.

Azioni sulla pagina

Ci sono varie cose che possono essere proposte ad un utente che arriva su una Fanpage. Dal classico messaggio in posta privata, al click sul sito web. Ognuno ha delle preferenze, ma se a livello organizzativo più di una è sostenibile (es. attivo la chiamata, ma c’è qualcuno che può dedicarsi a rispondere?), può essere interessante anche fare delle prove e vedere se anche gli utenti hanno preferenze.
I dati possono essere segmentati ulteriormente anche per età e genere, paese…

Post

Una delle sezioni da cui possiamo ottenere maggiori indicazioni con risvolti immediati dato che da qui si analizza l’andamento dei singoli post. Incrociando le informazioni su interazioni, click e la copertura con la tipologia di contenuto (link, video, immagini etc.) e il tema o l’angolazione con cui è stato trattato, si possono ricavare varie utili indicazioni su cosa potrebbe entrare a far parte del piano editoriale della pagina.
Poi, c’è anche un grafico che riporta quando i fan sono online, ma, in linea di massima è simile per tutte le pagina (nella stragrande maggioranza dei casi la gente dorme la notte), ma soprattutto non è detto che se un fan è online, allora certamente reagirà al contenuto che abbiamo creato.
In più, c’è sempre la questione della visibilità organica (cioè non a pagamento) delle pagine, che è piuttosto bassa ultimamente.

Accanto ad ogni post è presente il bottone “Metti in evidenza” che fa accedere alla funzione per sponsorizzare un post. Usando questo metodo si accede a una versione semplificata delle inserzioni, ma per chi non ha molta dimestichezza con la parte della Gestione inserzioni è comunque una risorsa utile.

Sempre sotto Post, si possono scegliere alcuni competitor da tenere sotto controllo. Si vedono solo dati di dominio pubblico (post, numero di interazioni etc.), ma può essere un dato da considerare.

Persone

Qui possiamo iniziare a farci un po’ più un’idea delle persone a cui parliamo. Essenzialmente si tratta di dati demografici, ma possono essere un inizio. Per avere una visione un po’ più approfondita e interessante anche degli interessi, delle attività etc. possiamo sfruttare un altro strumento gratuito a disposizione delle Fanpage di Facebook: l’Audience Insights.

Riassumendo

Ovviamente, non è che le altre sezioni e non vanno aperte. Ma riuscire a dare un senso a troppe informazioni diventa complicato.

Così come ovviamente dipende da quanto tempo è attiva la pagina, dal traffico in generale che riesce a generare e dal tipo di contenuti pubblicati. Se le storie / gli eventi / i video non ci sono nella pagina nella relativa sezione, non ci sarà nulla da analizzare (può valere anche per i messaggi, che possono essere disattivati). Si possono usare anche servizi esterni a Facebook per poter analizzare i dati, tra i più famosi c’è sicuramente FanPage Karma.

Per chiudere, aggiungo un po’ di complessità: i dati degli Insights di Facebook possono (devono?), essere intrecciati con altri dati, come ad esempio quelli relativi al sito web o ad altri canali, che permettono di avere una panoramica più completa sulla situazione della propria azienda online.

Se però la cosa comincia a diventare un po’ troppo complessa per poter essere gestita in autonomia, puoi contattarci: possiamo fare un’analisi dei dati della tua azienda online.

Chiara Tozzetti
Informazioni sull'autore

Chiara Tozzetti - Cybermarket Web Agency

Web Marketing Strategist - Certificata Google Partner

Aggiungi un commento
L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati (*)
Ho preso visione dell’informativa privacy
* Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
Acconsento

Articoli Correlati

Giovedì 7 Gennaio 2016
Pro e contro di due strumenti per le aziende in grado di creare un prodotto professionale e con ottime potenzialità
Giovedì 1 Ottobre 2015
Il social di Zuckerberg è in continua evoluzione, novità piccole e grandi dell'ultimo periodo che impattano su alcune funzionalità del social
Venerdì 19 dicembre 2014
Social commerce, ossia utilizzare i social network per vendere online: qualche esempio e qualche dato