La nuova app di Facebook: contenuti effimeri e meno messenger

Pubblicato da Tozzetti Chiara | Mercoledì 15 Marzo 2017 in Web Marketing, Social, Curiosita, App con 0 commenti
La nuova app di Facebook: contenuti effimeri e meno messenger

La nuova versione della app di Facebook da mobile: tante prove e cambiamenti nell'interfaccia grafica, con molto di Snapchat, e molto meno Messenger

Poco meno di un mese fa, poco prima di pranzo, accedendo a Facebook via app: ho avuto un momento di spaesamento: tutto era diverso. Il menu in alto tutto spostato in una fascia in basso, al posto di Messenger una cassetta della posta con funzionalità molto simili a Snapchat e (soprattutto) in alto, esattamente come su Instagram, le storie e una fotocamera con maschere e filtri.
Poi, nel giro di qualche altro giorno, di nuovo cambiamenti: il menu di nuovo in alto, sempre niente Messenger ma versioni diverse della app per utenti Android e iOS. 
Insomma, ci sono grandi movimenti in casa Facebook! 

Ma, cerchiamo di fare chiarezza su quali sono le novità principali.

MESSENGER

Eliminato dalla app mobile di Facebook, adesso va per la sua strada.
Chiaramente nella versione desktop è ancora lì, ben presente e pronto a distrarci spesso da quello che stiamo facendo, ma per quanto riguarda la app, adesso Messenger va per conto suo. Ad esempio, anche quando arriva un messaggio privato via Messenger, sulla app di Facebook non appare nessuna notifica.

NUOVA FOTOCAMERA E POSTA TEMPORANEA

La nuova fotocamera che ha fatto capolino nell’aggiornamento della app, permette di capire molto nel dettaglio l’uso di Snapchat, perché sostanzialmente lo copia.
In breve: si accede alla fotocamera o cliccando sull’immagine tonda nella sezione storie con il “+” sopra, o toccando la fotocamera in alto a sinistra accanto al cerca. L’inquadratura si apre verso chi usa il telefono, in versione selfie, ed è possibile sia scattare foto, che caricarne altre dalla galleria. 
Queste foto possono essere modificate attraverso maschere, filtri e ritocchi. Una volta creata l’immagine è possibile condividerla con una persona specifica, ossia in posta privata oppure farne una storia (approfondiamo a breve).
La differenza sostanziale rispetto a Messenger è che il messaggio ha una durata molto breve (pochi secondi) ed è possibile visualizzarlo solo un numero limitato di volte.
Anche più delle storie, nella posta privata temporanea di Facebook si punta tutto sull’effimero...

LE STORIE

Anche queste nascono con Snapchat, ma ormai Facebook le ha introdotte davvero ovunque: da Instagram a Messenger, passando per Whatsapp (benché qui abbiano fatto marcia indietro).
Per chi non le avesse mai provate, le storie sono foto e video (di solito) modificate con sticker, scritte, filtri, maschere e emoticon con una durata massima di 24 ore, dopodiché spariscono. I vari contenuti (foto e video) se pubblicati uno dopo l’altro si sommano creando una sorta di “racconto” per immagini con scadenza.

 

Tags
facebook, app,
Tozzetti Chiara
Informazioni sull'autore

Tozzetti Chiara - Cybermarket Web Agency

Web Marketing Strategist - Certificata Google Partner

Aggiungi un commento
L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati (*)

Articoli Correlati

Giovedì 18 Giugno 2015
Se le ricerche online sono diventate la norma, spesso l'oggetto della ricerca è reale. Quindi integrare reale e online è d'obbligo
Giovedì 1 Settembre 2016
Se usi AdBlock ti perdi la pubblicità FB. Quindi da ora maggiore controllo sugli interessi per cui essere targettizzati ma anche stop ad AdBlock
Giovedì 19 Novembre 2015
Avere un sito è importante, ma spesso, per grandi e piccole aziende avere un canale anche su Facebook è fondamentale